lunedì 10 luglio 2017

Lactarius zonarius

Castelli Romani,settembre 2015; foto di EnzoF

Sinonimi
Agaricus flexuosus var. zonarius, Lactifluus zonarius                                                                                               
Ccresce a gruppi nei boschi dei Castelli Romani in autunno                                                                                                           
Cappello con margine involuto e grossa depressione centrala, cuticola liscia, viscida e brillante da umido, di colore giallastro, con zonature concentriche più scure, lamelle fitte, giallastre, con macchie fulve, gambo corto e tozzo, biancastro, a volte con fossette o scrobicoli più scuri, carne biancastra con tendenza ad un lento arrossamento, odore fruttato e sapore acre, latice sieroso, bianco immutabile, essiccando sulle lamelle appena grigiastro, da dolce ad acre dopo qualche minuto

Fungo molto comune. Alcuni autori distinguono una varietà (Lactarius zonarius var. scrobipes ) per gli scrobicoli presenti nel gambo

Current Name:
Lactarius zonarius (Bull.) Fr.

Position in classification:
Russulaceae, Russulales, Incertae sedis, Agaricomycetes, Basidiomycota, Fungi
EnzoF

Ti potrebbe interessare:
Lactarius sp





Nessun commento:

Posta un commento