martedì 1 settembre 2015

Da Capo di Pezza al rifugio Vincenzo Sebastiani

Si arriva al  "Rifugio del Lupo " con una comoda strada asfaltata e si percorre tutto l'altopiano a piedi ( circa 5 km )o in macchina, facendo attenzione alla strada a tratti dissestata fino ad arrivare a Capo Pezza (1535 m)
da qui si segue il sentiero ben segnato che sale a destra inoltrandosi in un bel bosco di faggio ed in una mezzoretta si arriva a Valle Cerchiata a quota 1800 mt.


Valle Cerchiata
Valle Cerchiata
qui il sentiero si divide, ma comunque e' perfettamente segnato, si prosegue sulla destra in un tratto in ripida salita sino ad arrivare al limite del bosco, qui il sentiero piega a sinistra e, si comincia a vedere il rifugio Sebastiani

e sempre in salita piuttosto ripida ma non difficile per i prati e i pendii in circa 30 minuti si arrivava al Rifugio a quota 2102 m in circa un'ora e mezza o poco piu'.
Rifugio Sebastiani

A Sx la piana di Campofelice a Dx i piani di Pezza
ritorno al punto di partenza
Piani di Pezza ( Rocca di Mezzo, Abruzzo, Italy)
Meritano un commento per la selvaggia bellezza. E' un posto amato dai fotografi, naturalisti e sopratutto dagli appassionati di meteorologia per le temperature esteme che si registrano.
Altopiano compreso all'interno della catena del Velino-Sirente, si estende per circa 5,5 km in lunghezza e 3 in larghezza ad una quota compresa tra i 1400 e i 1500 m s.l.m
La particolare conformazione carsica della piana, chiusa com'è in tutte le direzioni, fa sì che d'inverno e in particolari condizioni atmosferiche (innevamento, cielo sereno, assenza di vento e bassissimi livelli di umidità) si raggiungano a volte temperature minime prossime o anche inferiori ai -30 °C specie in corrispondenza di significative ondate di freddo (record di Campo Felice: -33,1 °C il 2 febbraio 2010; record di Piani di Pezza: -37,4 °C il 15 febbraio 2012. In particolare il dato di Pezza risulta essere il valore più basso mai registrato in tutto l'Appennino ( Wikipedia )


EnzoF

Nessun commento:

Posta un commento